Parco Naturale del Monviso. Istruzioni per l'uso

COSA È?
Il Parco Naturale del Monviso ed il Sito di Importanza Comunitaria (SIC) 'Gruppo del Monviso e Bosco dell’Alevé' si estendono fra le Valli Po e Varaita, il Parco è stato istituito con Legge Regionale 19/2015, mentre il SIC fa parte di una rete di aree tutelate dalla normativa europea, per una buona parte i loro territori coincidono.
L’area, nel suo complesso, comprende gran parte del Massiccio del Monviso ed il paesaggio è dominato dalla sua vetta (m. 3841), sul versante Sud-Ovest si trova il Bosco dell’Alevé'

ISTRUZIONI PER L'USO
Dalla corretta conservazione di ambienti ed habitat di Aree protette e Siti di Importanza Comunitaria dipendono anche molti dei finanziamenti europei che arrivano nel nostro Paese. Le attività umane in quest’area sono consentite purché compatibili con le esigenze di conservazione del sito. Ecco alcuni esempi.

POSSO PORTARE IL MIO CANE?
Sì, l’accesso ai cani è consentito purché siano mantenuti sotto stretto controllo dai proprietari per evitare il disturbo alla fauna.

SI PU ANDARE A CACCIA?
Nelle aree classificate 'Parco' la caccia è vietata, al di fuori, nel SIC, è ammessa con alcune limitazioni, per esempio, non è consentito l’uso di munizioni al piombo.

SI PU PESCARE?
Sì, occorre essere in possesso della licenza di pesca e rispettare la normativa regionale in materia (L.R. 37/2006).

POSSO RACCOGLIERE FUNGHI E PRODOTTI DEL SOTTOBOSCO?
Sì, occorre essere in possesso dell'autorizzazione alla raccolta, e rispettare la legge regionale in materia (L.R. 24/2007).

POSSO RACCOGLIERE FIORI?
Nelle aree classificate 'Parco' è vietato. Al di fuori occorre rispettare i normali limiti di raccolta (max 5 esemplari per specie) e il divieto di raccolta per le specie protette.

SONO UN ALLEVATORE, POSSO CONDURRE I MIEI ANIMALI AL PASCOLO?
Il pascolo è consentito, nel rispetto di tempi e modalità previste dalle norme regionali. Nelle torbiere alpine, il pascolo è vietato poiché il calpestio ed il carico di azoto dovuto alle deiezioni animali, possono comprometterne la conservazione.

POSSO TAGLIARE IL MIO BOSCO?
Proprietari e conduttori dei boschi possono tagliare, previo richiesta all’Ente Parco. Il personale del Parco provvederà, di volta in volta, ad indicare, termini e modalità ed eventualmente a contrassegnare le piante.

POSSO MONTARE LA TENDA E CAMPEGGIARE?
Salvo che sulle torbiere alpine, il campeggio è consentito, come da normativa regionale, per un massimo di 48 ore nello stesso sito.

POSSO ANDARE IN MOTO NEL PARCO?
Il transito di auto e moto è consentito solo sulla viabilità ordinaria. Il fuoristrada è vietato in tutta la Regione Piemonte, mentre le strade interdette al traffico possono essere percorse solo da proprietari, conduttori dei fondi, durante operazioni di soccorso e da chi ha motivati scopi professionali.

GESTISCO UN RIFUGIO D'ALTA QUOTA, POSSO EFFETTUARE APPROVVIGIONAMENTI CON ELICOTTERI?
Il sorvolo dell’area parco è soggetta ad autorizzazione dell’Ente Parco che individuerà i tragitti che recano meno disturbo agli animali.

SONO PROPRIETARIO DI UNA BAITA, POSSO EFFETTUARE LAVORI DI MANUTENZIONE?
Sì, presentano la normale richiesta presso il Comune, quest’ultimo provvederà ad acquisire l'eventuale, parere dell’Ente Parco.

HO IN PREVISIONE UN PROGETTO DI SFRUTTAMENTO DELL'ENERGIA ELETTRICA, POSSO REALIZZARLO?
Per opere di qualsiasi genere, nel SIC, occorre presentare un’istanza e l’Ente Parco valuterà l’incidenza su ambienti e specie tutelate e fornirà le eventuali prescrizioni.

I RIFIUTI. COSA FARNE?
L’abbandono di rifiuti di ogni genere è ovviamente vietato, i rifiuti vanno portati a valle e conferiti nei cassonetti e/o smaltiti nelle aree ecologiche.

I CINGHIALI MI HANNO ROVINATO I PRATI, COSA POSSO FARE?
Se i prati danneggiati si trovano all'interno dei confini del Parco e se si ha una Partita IVA agricola si puó essere risarciti. La domanda si effettua compilando il modulo (scaricabile dal sito internet della Provincia di Cuneo) e inviandolo, assieme alla planimetria del terreno, alla Provincia.

VOGLIO ORGANIZZARE UNA MANIFESTAZIONE SPORTIVA, È POSSIBILE?
Manifestazioni, di qualsiasi genere, devono essere autorizzate dall'Ente Parco.


N. Nome
1Franco Rota
Il regolamento sull'introduzione dei cani è chiarissimo poi dipende dalla sensibilità dei proprietari. Mi preoccupa molto di più lo stato in cui è ridotto il Pian del Re dopo tutti gli interventi effettuati negli anni.

Data: 10/10/2017 Ore:20:56:50
2Chiara
Bonjour,
bravo pour la création de ce parc! Je lui souhaite longue vie.
Je connais cette région depuis le début des années 80, et elle m’émerveille toujours autant (1er Tour du Viso en 1981, dernier en aot 2017). Je suis choquée des comportements des randonneurs (plus de 15 personnes qui bivouaquent au Lac Lestio; une personne avec trois chiens (pas en laisse!) à la sortie du Tunnel de la Traversette cté italien; des gens qui crient et s’interpellent en permanence dans le bois de l’Alevè, alors qu’un geai s’évertue de donner l’alerte; etc. etc.).
Nous nous promenons dans la nature, la 'maison' des animaux (leur habitat). Qui apprécierait de tels comportements dans sa propre maison?! Personne.
Je pense que les réglementations (et sanctions) devraient évoluer en parallèle de cette dégradation des comportements. Il n’y a plus de respect, ni pour les lois, ni pour la nature, ni pour les autres (un randonneur lambda préfère voir des animaux savauges, plutt que des chiens; il préfère aussi le silence à ces cris permanents). Seul l’égoisme règne en matre.
Si nous voulons que nos petits-enfants puissent encore rencontrer des bouquetins, des lagopèdes, ou une salamandre de Lanza, interdisons les chiens dans le Parc, et sanctionnons tous les contrevenants aux règles du parc.
Cordialement, C.

Data: 05/09/2017 Ore:21:11:11
3emanuela
Buongiorno, vorrei far presente la poca chiarezza sul regolamente per l'introduzione dei cani. La normativa adottata dal 1luglio nei Parchi Alpi Marittime e Marguareis è molto chiara e stabilisce le regole che dovrebbero essere estese a tutti i Parchi per la tutela sia della fauna alpina che delle persone che visitano queste aree protette.
Cordiali saluti.

Data: 16/08/2017 Ore:16:53:21

Invia un commento








Inserisci a fianco il codice di sicurezza :      Codice di sicurezza

Le escursioni del Parco di marzo

A marzo due proposte del Parco del Monviso in collaborazione con l’associazione Vesulus. Si tratta di due weekend immersi nella quiete della valle Varaita alla ricerca di natura e benessere in occasione di due particolari momenti dell’anno: la Festa della Donna e l’Equinozio di Primavera. Entrambe le pro-poste in calendario abbina

Cuneo Montagna Festival

Prenderà il via venerdì 22 febbraio l’11 edizione del Cuneo Montagna Festival, che per il 2019 ha scelto come filo conduttore il tema dell’ 'IM POSSIBILE'.

«La forza del possibile dichiara Lido Riba, Presidente Uncem Piemonte - è quella che ha condotto decine di migliaia di persone a voler da

Venerdì 15 febbraio serata con il CAI Monviso

Venerdì 15 febbraio primo appuntamento con 'Montagna di Sera', rassegna del CAI Monviso Saluzzo che gode del sostegno di Comune di Saluzzo e Parco del Monviso. Il primo ospite del ciclo di incontri sarà Gian Luca Boetti, che proporrà un viaggio sui sentieri delle Isole Minori d’Italia con una coinvolgente proiezione di fo

Le escursioni del Parco del 16 e 17 febbraio

A febbraio due proposte del Parco del Monviso in collaborazione con l’associazione Vesulus: sabato 16 e domenica 17 a Crissolo e Ostana una due giorni di ciaspolate e danze occitane con vista sul Monviso in occasione di San Valentino, e domenica 17 a Pian Munè di Paesana un’escursione pomeridiana per ammirare il tramonto al cospe

100.000 volte!

Una settimana fa abbiamo pubblicato sulla nostra pagina il video che racconta il Parco del Monviso: più di 100.000 persone lo hanno già visto sulla propria home di Facebook in forma organica e il dato continua a salire.
Grazie a tutti per l'apprezzamento: vi invitiamo a scoprire il Parco anche lungo i suoi sentieri ai piedi de

Un importante finanziamento dal Ministero dell'Ambiente per le attività Mab Monviso Unesco

UN FINANZIAMENTO DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE PER LE ATTIVITÀ SVOLTE DAL PARCO DEL MONVISO NELL’AMBITO DEL PROGRAMMA MAN AND THE BIOSPHERE UNESCO

Un contributo di 34.000 euro per le attività svolte e relative al piano di gestione e di comunicazione della Riserva della Biosfera.

Con una comunicaz

Musei del Parco - orario invernale

I musei del Parco seguono le stagioni della natura .
Chiusi dopo la stagione estiva il Centro Visite Alevè, il Centro Visite di Pian del Re e il Museo del Piropo di Martiniana Po.

Il Museo dei Fiume Po di Revello è aperto invece tutto l'anno. Ogni domenica, dalle 14,30 alle 18,30 è possibile scoprire i di

LE ANATRE TUFFATRICI - La Moretta comune e il Moriglione

LE ANATRE TUFFATRICI
Alcune anatre sono particolarmente abili nel nuoto subacqueo, si tratta delle cosiddette anatre tuffatrici*, a cui appartengono molte specie tipiche delle regioni nordiche**. Alcune di esse sono anche osservabili alle nostre latitudini, soprattutto nel periodo invernale e tra tutte, la Moretta comune &eg

La Canapiglia (Mareca strepera)

È un’anatra dalle dimensioni simili a quelle del Gemano reale (lunghezza 4656 cm e apertura alare 7890 cm) dal quale si distingue, almeno nel maschio, per il piumaggio dal colore prevalente grigio, con sfumature marrone chiaro e nero. La femmina invece ricorda molto quella del Germano reale ma si distingue da essa per alcuni importan

Al Parco...giochi e impari! Laboratori didattici per bambini e ragazzi

È in partenza una nuova iniziativa didattica realizzata dal Parco del Monviso in collaborazione con l'associazione di Accompagnatori Naturalistici Vesulus, già responsabile delle attività escursionistiche promosse dal Parco e alla quale è affidata la gestione dei Centri visita dell’Ente.
I destinatari di qu

Fischione (Mareca penelope)

Continuiamo il nostro viaggio nel mondo delle anatre svernanti nel Parco, descrivendo alcune specie piuttosto appariscenti ma decisamente meno frequenti rispetto al Germano reale e all’Alzavola già trattate nei precedenti articoli.
Si tratta di anatre spesso rappresentate soltanto da pochi individui e per nessuna di esse &egrav

Incontro tra le equipe del Parco del Monviso e del Parco del Queyras

Si è tenuta lunedì 21 gennaio a Salbertrand, in valle Susa, la riunione programmatica delle équipe del Parco del Monviso e del Parc naturel régional du Queyras, che da diversi anni collaborano alla gestione della Riserva della Biosfera Transfrontaliera del Monviso, inserita nel programma UNESCO Man and Biosphere.

Alzavola (Anas crecca)

L’alzavola è una piccola e timida anatra, in cui il maschio presenta una vistosa colorazione rosso e verde sul capo e una tipica ed evidente macchia gialla sulla coda. La femmina, come in tutte le altre specie di anatidi, mostra invece un piumaggio mimetico con colori marroni ma puó essere facilmente distinta dalle femmine di a

Il germano reale

Si tratta senza ombra di dubbio dell’anatra più comune e numerosa nella nostra regione e di uno degli animali più noti anche ai non appassionati di Natura. Spesso chiamato semplicemente 'papera', è nell’immaginario comune, l’animale tipico degli ambienti acquatici e ricorre immancabilmente nell’iconograf

Con l’inverno prepariamoci all’arrivo delle anatre!

Nella stagione fredda, laghi, stagni e corsi d’acqua si popolano di un gran numero di uccelli acquatici che diventano assai più numerosi rispetto a tutte le altre stagioni, grazie all’arrivo di individui nordici. Molti uccelli, e in particolare le anatre, fuggono dalle rigide temperature dei loro luoghi di riproduzione. Essi trov

Sul Pellice meno uova di trota marmorata

Sabato 5 gennaio si è tenuta l’annuale passeggiata lungo le sponde del torrente Pellice alla ricerca dei luoghi dove le trote depongono le uova, organizzata dal Parco del Monviso in collaborazione con il Servizio di Tutela della fauna e della flora della Città Metropolitana di Torino.
L’attività didattico-sci

Dal 1 novembre chiude la grotta di Rio Martino

Come ogni anno, da giovedì 1 novembre saranno chiusi i cancelli d’ingresso della Grotta di Rio Martino, cavità naturale poco al di sopra dell’abitato di Crissolo, in valle Po. L’accesso ai visitatori sarà quindi vietato sino al 31 marzo, con possibilità di proroga della chiusura in base alle condizioni

Le proposte di educazione ambientale 2018-19

Giovedì 4 ottobre alle ore 17 il Parco del Monviso presenta, nel contesto di Villa Radicati - Belvedere a Saluzzo, le proposte di educazione ambientale in programma per l’anno scolastico 2018-19.
Come ogni anno, il Parco del Monviso si rivolge alle scuole e al territorio per presentare le tante attività organizzate in nat

Scaricabile la cartina del Parco del Monviso

Dal sito www.parcomonviso.eu è possibile visualizzare e scaricare in formato pdf la cartina del nuovo Parco del Monviso relativo alle Alte Valli Po e Varaita.
E' possibile visualizzare e scaricare l'immagine in formato pdf con la cartina turistica del Parco all'indirizzo: www.parcomonviso.eu/ita/cartine.asp

Parco Naturale del Monviso. Istruzioni per l'uso

COSA È?
Il Parco Naturale del Monviso ed il Sito di Importanza Comunitaria (SIC) 'Gruppo del Monviso e Bosco dell’Alevé' si estendono fra le Valli Po e Varaita, il Parco è stato istituito con Legge Regionale 19/2015, mentre il SIC fa parte di una rete di aree tutelate dalla normativa europea, per una buona parte i

Piemonte Parchi Web Piemonte Parchi Mondi Vicini Sguardi Lontani Meteo Regione Piemonte Ostello del Po Escartons, hommes libres Visita il sito del Po in Piemonte Al Parc Centro Cicogne


Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. Sede : via Griselda, 8 12037 Saluzzo (CN) tel.0175/46505 fax.0175/43710 - protocollo@pec.parcomonviso.eu
P.Iva : 02942350048 - C.F. 02345150045
Orario apertura al pubblico. Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30

Web Design - 2006 Leonardo WEB s.r.l. - Sito realizzato con il contributo di cui alla L. 135/2001 - "Valorizzazione Turistica del fiume Po".
Informativa Privacy

Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, nè sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell'utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento